14.8 C
Bruxelles
Domenica, Aprile 14, 2024
NotizieGli esperti chiedono un nuovo modello economico per soddisfare le ambizioni della transizione energetica

Gli esperti chiedono un nuovo modello economico per soddisfare le ambizioni della transizione energetica

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Edicola
Edicolahttps://europeantimes.news
The European Times Le notizie mirano a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.


L’ambizione dei politici che navigano nel transizione energetica ha superato per la prima volta la capacità della modellizzazione economica, a sostiene il nuovo keynote paper.

Energia rinnovabile da impianti eolici.

Energia rinnovabile da impianti eolici. Credito immagine: Karsten Würth/Unsplash

In una pubblicazione di commenti in primo piano per natura Energia, i ricercatori – tra cui l’Institute for New Economic Thinking e la Oxford Smith School dell’Università di Oxford – delineano le sfide che devono affrontare i politici che lavorano con i modelli economici tradizionali nei settori pubblico e industriale.

Il documento chiede un passaggio da una ristretta analisi costi-benefici e da una modellizzazione basata sull’equilibrio economico, verso modelli che colgano le dinamiche della transizione e rappresentino le idee politiche in dettaglio reale. Queste capacità sono necessarie per soddisfare le politiche che i governi stanno attualmente progettando e implementando, come l’ETS in Cina, le aste eoliche offshore nel Regno Unito e l’Inflation Reduction Act negli Stati Uniti.

Autore principale Il dottor Pete Barbrook-Johnson, Senior Research Associate presso l'Institute for New Economic Thinking e il Smith School per l'impresa e l'ambiente a Oxford, ha affermato che il dibattito sulla politica globale si è spostato, portando con sé una diversa serie di requisiti per i modellisti economici.

“Abbiamo lavorato con partner in Cina, India, Brasile, Regno Unito ed Europa per esplorare il tipo di supporto alla modellizzazione di cui hanno bisogno per comprendere la transizione energetica.

«Quello che ci dicono è che hanno davvero bisogno di modelli che permettano loro di cogliere i dettagli delle politiche per capire quali potrebbero essere i loro impatti e come potrebbe svolgersi la transizione energetica. Stiamo sviluppando queste capacità da alcuni anni e questa schiera di nuovi modelli sta ora maturando.

"Ma dobbiamo riconoscere che ciò che serve è un nuovo tipo di modellizzazione che non è stata stabilita e utilizzata in molti luoghi, quindi dobbiamo fare di più per espanderci e imparare dal lavoro promettente che è già disponibile." In questo documento esploriamo ciò che dobbiamo fare, cose come investire in nuovi team, lavorare con partner in più paesi e raccogliere dati economici più dettagliati per corrispondere ai dettagli dei modelli", ha affermato il dott. Barbrook-Johnson.

Programma INET Oxford di economia della complessità Direttore e Professore di Scienza dei Sistemi Complessi della Smith School Baillie Gifford presso la Smith School Scuola di Oxford MartinDoyne Farmer, ha affermato che esiste il pericolo che i modelli economici tradizionali vengano lasciati indietro dalla transizione energetica.

“L’economia tradizionale ci ha deluso fornendoci, finora, per lo più consigli sbagliati. Stiamo cercando di rimediare a questo sviluppando uno stile completamente nuovo di modelli basati su un diverso insieme di principi che svolgano un lavoro migliore nello spiegare i fatti empirici e che possano guidarci meglio attraverso la transizione.

"Questo documento presenta una sorta di manifesto di ciò che può essere fatto, incluso parlare dei successi che abbiamo ottenuto nel progetto EEIST, in cui abbiamo fornito esempi di modelli che riteniamo stiano facendo un lavoro significativamente migliore rispetto ad altri."

“Tra le altre cose, abbiamo dimostrato che la transizione energetica avverrà molto più rapidamente di quanto si pensasse, poiché i costi delle energie rinnovabili scenderanno più in basso rispetto ai combustibili fossili su base puramente economica. Abbiamo bisogno di nuovi modelli economici per sostenere tutto ciò. Abbiamo ancora bisogno del sostegno del governo per tecnologie come l’idrogeno verde, necessarie per fornire lo stoccaggio", ha affermato il professor Farmer.

Fonte: Università di Oxford



Fonte

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -