6.8 C
Bruxelles
Lunedi, October 3, 2022

Scientology in Ungheria ha ordinato quest'anno la sua ottava donna ministro, una al mese

Nell'agosto 2022 il 12° Scientology è stato ordinato ministro in Ungheria e l'8° donna quest'anno.

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Più da parte dell'autore

Agosto 2022 ha visto il 12th Scientology è stato ordinato ministro in Ungheria e l'8th donna quest'anno

BUDAPEST, UNGHERIA, 17 agosto 2022 /EINPresswire.com/ Un articolo del Araldo Cattolico afferma che “il cattolicesimo è una forza trainante in (…) paesi dell'Europa centrale e orientale, come Ungheria e Polonia, dove il cattolicesimo è fortemente associato alla (…) libertà e democrazia…”.

Altre fonti affermano che stanno diminuendo le vocazioni religiose ei seminari nelle religioni storiche. Tuttavia, la Chiesa di Scientology d'Ungheria sembra essere l'esatto contrario, avendo ordinato solo fino ad agosto 2022, 12 ministri ordinati, di cui 8 sono una donna.

Ciò corrisponderebbe di più alla tendenza annunciata dal Catholic Herald per un paese come l'Ungheria, anche se le pratiche di libertà religiosa di alcuni funzionari hanno margini di miglioramento. Ci sono rapporti al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, il OSCE e altre organizzazioni sovranazionali che mostrano la discriminazione che alcune religioni minoritarie subiscono ancora in Ungheria.

Ivan ArjonaLo ha affermato il Presidente dell'Ufficio Europeo della Chiesa di Scientology per gli Affari Pubblici ei Diritti Umani

“Nonostante ogni barriera, gli ungheresi, e soprattutto gli scientologist, non sono il tipo di persone che rinunciano alle proprie libertà e questo è dimostrato dalla crescente comunità di scientologist e dal numero crescente di azioni caritatevoli dei nostri parrocchiani che aiutano cattolici, buddisti, Musulmani e cristiani in generale”.

Sebbene ci siano diversi tipi di vocazioni nelle chiese di Scientology che dedicano il loro tempo e le loro capacità a sostenere la loro Chiesa, i ministri ordinati occupano un posto speciale nella congregazione. In effetti, dice Arjona, in una tendenza sempre crescente, sempre più Scientologist in Ungheria scelgono di saperne di più sugli insegnamenti religiosi e pratici di Scientology "così come su quelli delle altre principali religioni, e con ciò hanno un impatto ancora maggiore nelle loro comunità, diventando ministri ordinati”.

20220817 Ungheria nuovo ministro Scn 02 1024x625 - Scientology in Ungheria ha ordinato il suo 8° ministro donna quest'anno, uno al mese
Credito fotografico: Chiesa di Scientology Ungheria. Da destra a sinistra: Rev. Aniko Mártonyi, in una cerimonia condotta dal reverendo Attila Miklovicz

Questo agosto lo è stato Rev. Aniko Martonyi, in una cerimonia condotta dal reverendo Attila Miklovicz, che ha emesso i voti religiosi perpetui. Il simbolo del giuramento per gli Scientologist si vede nella croce a otto punte di Scientology, che Miklovicz mise intorno al collo di Anikó. E con questo è diventata una ministra ordinata, "con tutta la bellezza e la responsabilità che comporta rendere questa una società migliore per tutti ovunque", ha condannato Miklovicz.

20220817 Ungheria nuovo ministro Scn 03 683x1024 - Scientology in Ungheria ha ordinato il suo 8° ministro donna quest'anno, uno al mese
Credito fotografico: Chiesa di Scientology Ungheria. Croce di Scientology posta sul collo del nuovo ministro ordinato

Aniko iniziò a studiare Scientology 5 anni dopo averne sentito parlare per la prima volta. Aveva lavorato al fianco degli Scientologist e li aveva ammirati enormemente, ma è stato solo nel 2011 che ha deciso di intraprendere questo viaggio su consiglio di uno sconosciuto. Da allora non ha mai smesso.

Di conseguenza, la sua vita ha preso, secondo la sua affermazione, "una svolta radicale in meglio". Questa evoluzione si è ulteriormente accelerata quando ha recentemente deciso di iniziare la sua formazione per diventare Ministro di Scientology Ordinato. Mira ad aiutare coloro che la circondano e ispirare un cambiamento positivo in chiunque incroci il suo cammino, e "farà proprio questo con i diversi riti e cerimonie della nostra religione", ha affermato l'ultimo ministro degli Scientologist ungheresi.

Nel suo messaggio alla comunità durante la cerimonia, il Rev. Mártonyi ha chiesto loro di:

“Osa guardare, osa scoprire di cosa si tratta, anche attraverso la nebbia del giudizio e del pregiudizio. Vedete voi stessi di cosa si tratta. E poi decidi se deve essere ascoltato, studiato o gettato nella spazzatura”.

Dopo aver sentito la sua scelta di seguire la vocazione, diventa evidente che ha deciso di studiare Scientology con un approccio di servizio e di studiare le altre religioni (una parte obbligatoria del corso per essere ordinati). "La conoscenza di tutte le religioni è fondamentale e arricchente", afferma Arjona, confermando ciò che il dott. Urbano Alonso Galan disse in un rapporto scientifico del 1996:

“As Max Muller affirmed, ‘he who knows only one religione knows none,’ which would express the idea with complete precision.”

Alonso Galán, Dottore in Filosofia e Licenza in Teologia presso l'Università Gregoriana e Pontificia Facoltà San Bonaventura di Roma, ha inoltre affermato nell'articolo che:

“Anche se lo stesso fondatore [L. Ron Hubbard] colloca Scientology nella tradizione delle religioni orientali, eredi del Buddismo e dei Veda, tuttavia ha cerimonie che in larga misura ricordano una delle religioni occidentali”.

“Ma per la sua tradizione possiede riti vari e molto personali che, pur ricordando la tradizione giudaico-cristiana, si rivelano del tutto coerenti con il corpus di credenze di Scientology” conferma questo esperto di religione, che ne era stato un moderatore nei Congressi Ecumenici diretti dal Vaticano e che, in tale veste, ha collaborato con Papa Giovanni XXIII e Papa Paolo VI su questioni religiose.

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti