15.5 C
Bruxelles
Venerdì, Maggio 24, 2024
ReligioneCristianesimoIn Russia un corso speciale per la militarizzazione delle scuole teologiche

In Russia un corso speciale per la militarizzazione delle scuole teologiche

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Il percorso verso la militarizzazione delle scuole teologiche è stato intrapreso dopo la riunione del Consiglio Supremo della Chiesa Ortodossa Russa, tenutasi il 16 aprile

“La lotta contro la democrazia è sacra per noi, come la lotta contro l’anticristo” – queste le parole del metropolita Kirill (Pokrovsky), che dirige il dipartimento patriarcale per l’interazione con le forze armate. Pochi giorni prima della Pasqua, la festa dell'amore altruistico di Dio, inviò una lettera circolare a tutte le scuole teologiche della Russia ordinando che nei programmi della prossima edizione fosse inclusa la materia “Preparazione al ministero dei cappellani nella zona di combattimento”. anno scolastico. A causa “dell'importanza e della rilevanza del programma per il 2024-2025, il corso speciale dovrebbe essere tenuto in modo accelerato tra tutti gli studenti di laurea del 3° e 4° anno”. Il nuovo programma dovrebbe infondere “valori militari” nei giovani.

Il percorso verso la militarizzazione delle scuole teologiche è stato intrapreso dopo la riunione del Consiglio Supremo della Chiesa Ortodossa Russa, tenutasi il 16 aprile nella chiesa “Cristo Salvatore” chiesa. Dei quattro resoconti ascoltati durante la riunione, tre erano del metropolita Kirill, che ha seguito esattamente le direttive del regime: “Ci opponiamo a tutto il potere della NATO, utilizzando tutte le possibili risorse militari, tecniche, di personale, informative e tattiche del alleanza." Ma la cosa più spaventosa è che non stiamo combattendo contro persone, ma veri e propri disumani, senza Dio. Questi empi baccanali, diretti e finanziati all’estero, vengono ora compiuti per mano delle autorità ucraine”.

E ancora: “La democrazia si basa su valori antibiblici, quindi la lotta contro di essa per noi, per tutti i rappresentanti del mondo russo, è sacra quanto la lotta contro l'anticristo. E oggi, l’unica potenza che può entrare in questa lotta e vincere è la Russia”.

Il nuovo curriculum non è stato ancora pubblicato, ma, secondo gli addetti ai lavori, sarà basato sul libro del cappellano militare capo Dimitrii Vasilenkov, Dalla morte alla vita... In guerra. Parola d'ordine Donbass”.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -