2.5 C
Bruxelles
Lunedi, February 6, 2023

Kadyrov: Il Papa è vittima della propaganda

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Secondo lui, Francesco non sa come si comportano i musulmani con i loro nemici

Il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha detto oggi che papa Francesco è vittima della propaganda. La sua dichiarazione arriva dopo che il capo della Chiesa cattolica romana ha descritto come "crudeli" i soldati che combattono a fianco della Russia nella guerra in Ucraina, anche se non sono di nazionalità russa, ha riferito AFP.

«I più crudeli sono forse quelli che vengono dalla Russia, ma non (appartenenti) alla tradizione russa come i ceceni, i buriati», ha detto il Papa.

La Cecenia è una repubblica prevalentemente musulmana nel Caucaso russo e la Buriazia una regione buddista in Siberia, situata tra il lago Baikal e la Mongolia.

"Il Papa ha presentato i ceceni e i buriati come i (combattenti) più brutali dell'esercito russo", ha detto Ramzan Kadyrov.

“Come si fa a capire – solo all'apparenza – di quale nazionalità è un soldato in una data divisione, quando nel nostro Paese vivono oltre 190 nazionalità?” Kadyrov ha detto in "Telegram".

“Il capo del Vaticano naturalmente non saprà rispondere a questa domanda. È semplicemente diventato una vittima della propaganda e del fervore dei media stranieri”, ha aggiunto il leader ceceno.

Ha ricordato al Papa episodi brutali della storia della Chiesa cattolica, citando l'Inquisizione e le Crociate.

“Non ci sono alcolisti o droga tossicodipendenti nei ranghi dei ceceni, tutti sono molto religiosi", ha detto Kadyrov, aggiungendo che le sue truppe offrono regolarmente ai soldati ucraini di arrendersi prima di ingaggiarli.

"È un peccato che una figura religiosa di fama mondiale non sappia nulla di come i musulmani si comportano con i loro nemici", ha detto Kadyrov.

Sebbene la Russia abbia invaso Ucraina, "in generale, i più crudeli sono probabilmente quelli che vengono dalla Russia, ma non sono della tradizione russa - come ceceni, buriati e altri", ha detto Papa Francesco in un'intervista

La Russia ha presentato una protesta formale al Vaticano per un discorso di Papa Francesco in cui ha condannato le atrocità nel Ucraina guerra, incolpando le atrocità principalmente sui ceceni e altre minoranze, apparentemente cercando di evitare critiche ai soldati di etnia russa, ha riferito l'Associated Press.

L'ambasciatore russo presso la Santa Sede, Alexander Avdeev, ha detto a RIA Novosti di aver incontrato ieri un rappresentante del Vaticano per esprimere la sua indignazione per la dichiarazione del Papa alla rivista dell'ordine dei gesuiti “America”.

Nell'intervista, Francesco ha difeso la sua solita riluttanza a nominare il presidente russo Vladimir Putin, dicendo che l'Ucraina è stata chiaramente la "vittima martire" della guerra. Tuttavia, ha osservato che sebbene la Russia abbia invaso l'Ucraina, "in generale, i più crudeli sono probabilmente quelli che vengono dalla Russia, ma non dalla tradizione russa - come ceceni, buriati e altri".

L'apparente distinzione del papa tra ceceni a maggioranza musulmana e buriati a maggioranza buddista da un lato e combattenti di etnia russa dall'altro ha infastidito Mosca, osserva AP.

"Ho espresso indignazione per tali insinuazioni e ho notato che nulla può scuotere la coesione e l'unità del popolo russo multinazionale", ha detto Avdeev.

In precedenza, il capo della repubblica russa di Buriazia, Alexei Tsydenov, aveva descritto i commenti del papa come “strani, per non dire altro”.

Non era del tutto chiaro cosa intendesse Francesco per persone che seguono la "tradizione russa", ma potrebbe essersi riferito alle radici cristiane ortodosse prevalentemente russe di quasi il 68% della popolazione russa.

Apparentemente stava cercando di tracciare una distinzione tra coloro che seguono la "tradizione russa" e i presunti ceceni e buriati più brutali, anche se i soldati russi sono accusati di crimini di guerra indipendentemente dalla loro etnia, ha affermato l'AP.

Ciò avviene in un momento in cui la Santa Sede sta cercando di mediare tra Russia e Ucraina per risolvere il conflitto. La Chiesa cattolica romana sta compiendo sforzi per assistere nei negoziati di pace, ma finora senza successo.

Alla domanda su un'altra offerta del Vaticano, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che Mosca ha apprezzato il gesto, ma ha notato che Kiev si è rifiutata di negoziare.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti