-3.2% C
Bruxelles
Mercoledì febbraio 8, 2023

Il Consiglio deve raggiungere una posizione comune sull'SPG, afferma la relatrice del PE Heidi Hautala

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

La relatrice sul sistema di preferenze generalizzate Heidi Hautala (Verdi/ALE, FI) ha rilasciato la seguente dichiarazione mercoledì dopo che il Consiglio non è riuscito a concordare la sua posizione negoziale.

“Il fallimento odierno del Consiglio nel trovare un accordo sulla revisione del regolamento sul regime di preferenze generalizzate (SPG) significa una prospettiva preoccupante per milioni di persone nel sud del mondo che guardano all'UE per il sostegno nella promozione del commercio, dei diritti umani e dello sviluppo sostenibile. La credibilità dell'UE nel commercio e nello sviluppo è ora in gioco.

Il Consiglio dovrebbe fare tutto il possibile a tutti i livelli per risolvere le ultime questioni in sospeso e raggiungere con urgenza una posizione comune. Gli Stati membri sono sul punto di trovare un compromesso praticabile. Sarebbe una negligenza da parte del Consiglio permettere che la riforma fallisca.

Abbiamo sentito che la Commissione sta valutando una proroga del sistema attuale. Pur comprendendo la necessità di garantire la continuità, ciò equivarrebbe, in questa fase, ad aggirare i diritti dei colegislatori di definire il futuro SPG. Una proroga non è la soluzione alle questioni sul tavolo e non può fornire una semplice soluzione tecnica all'attuale stallo politico, poiché richiederebbe l'approvazione dei colegislatori nell'ambito della procedura legislativa ordinaria.

L' EU non deve perdere questa occasione per proporre un forte strumento commerciale e di sviluppo a sostegno dei paesi più poveri. I paesi beneficiari ei cittadini europei attendono con ansia l'adozione del nuovo regolamento, che dovrà essere attuato entro la fine del prossimo anno.

Il Parlamento europeo è pronto ad avviare i negoziati interistituzionali e si impegna a concluderli rapidamente per arrivare a un regolamento finale che sia incentrato esattamente sugli obiettivi fondamentali dell'eliminazione della povertà e dello sviluppo sostenibile".

sfondo

Il Parlamento europeo ha atteso che il Consiglio avviasse i negoziati sulla forma finale della nuova legislazione SPG da maggio, quando ha adottato la propria posizione.

In vigore dal 1971, il SPG dell'UE copre più di 60 Paesi e due miliardi di persone. Il nuovo regolamento dovrebbe entrare in vigore tra il 2024 e il 2033.

Contatti: Ufficio della Sig Heidi Hautala, [email protected], telefono: +32 228 45 518

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti