7.8 C
Bruxelles
Giovedi, February 2, 2023

Viktor Bout si unì al partito nazionalista fedele al Cremlino

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Il Partito Liberal Democratico della Russia (LDPR) accoglie nelle sue fila il “re della guerra” recentemente rilasciato dalla custodia americana

Viktor Bout, il trafficante d'armi russo liberato giovedì dopo 14 anni di custodia negli Stati Uniti in cambio della star del basket statunitense Britney Greiner, si è unito al Partito Liberal Democratico ultra-nazionalista (LDPR), fedele al Cremlino, ha detto lunedì il suo leader.

In un video postato su Telegram, Leonid Slutsky, in piedi sul palco accanto a Bout, ha dichiarato: “Voglio ringraziare Viktor Anatolyevich (Bout) per la decisione che ha preso e dargli il benvenuto tra i ranghi del miglior partito politico della Russia di oggi”, Reuters lo ha citato come dicendo.

L'Associated Press ha detto che Booth ha ricevuto la sua tessera associativa a un congresso del partito tenutosi lunedì 12 dicembre a Mosca.

Nonostante il suo nome, il Partito Liberal Democratico (LDPR) sin dalla sua fondazione nel 1991 ha mantenuto un'ideologia intransigente e ultranazionalista che predica il desiderio della Russia di riconquistare i paesi dell'ex Unione Sovietica, ha osservato l'agenzia.

Il suo fondatore e leader di lunga data Vladimir Zhirinovsky si è guadagnato la reputazione di uomo di spettacolo politico con un comportamento eccentrico prima della sua morte ad aprile.

Sebbene considerato un serio contendente per il potere negli anni '1990, l'LDPR da allora ha svolto un ruolo subordinato nel sistema politico russo, come opposizione simbolica al blocco al potere della Russia Unita, pur sostenendo il Cremlino sulla maggior parte delle questioni.

Questo partito ha una storia di reclutamento di figure controverse nella politica russa. Nel 2007, Andrey Lugovoi, un ex agente del KGB ricercato in Gran Bretagna per l'omicidio dell'anno precedente dell'ex spia russa Alexander Litvinenko, è stato eletto in parlamento proprio dal LDPR.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti