7.8 C
Bruxelles
Giovedi, February 2, 2023

Non efficace? Un nuovo studio trova poche prove oggettive a sostegno dei metodi di insegnamento incentrati sullo studente

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

I metodi di insegnamento incentrati sullo studente si concentrano sui bisogni e sulle capacità dei singoli studenti, piuttosto che seguire un programma di studi predeterminato. Questi metodi spesso implicano la partecipazione attiva dello studente, come l'apprendimento basato sui problemi o l'apprendimento basato sull'indagine, e possono essere più efficaci nell'aiutare gli studenti a conservare e comprendere le informazioni.


Un nuovo studio indica che mancano prove concrete a sostegno dell'efficacia dei metodi di insegnamento incentrati sullo studente.

Questi metodi, che sono spesso promossi da organizzazioni come UNESCO e la Banca mondiale, implicano il potenziamento degli studenti affinché assumano un ruolo più attivo nel processo decisionale e nella partecipazione alla propria istruzione. Nonostante sia ampiamente adottato in molti paesi e abbia ricevuto investimenti significativi in ​​termini di tempo, denaro e risorse, la ricerca sull'implementazione e sui risultati della pedagogia centrata sul discente è limitata.


Una nuova ricerca, del Dr. Nozomi Sakata, del Dr. Leanne Cameron e del Dr. Nicholas Bremner, mostra come l'approccio possa avere risultati positivi, ma al momento ci sono poche prove oggettive per dimostrarne l'efficacia. I ricercatori hanno chiesto una ricerca più ampia, obiettiva e rigorosa sulla sua efficacia nel tempo.

Alcuni studi riportano il feedback di insegnanti e studenti secondo cui lo stile di insegnamento ha contribuito ad aumentare la motivazione, la fiducia e migliorare le relazioni. Ma ci sono poche prove che sia più efficace di quello che gli insegnanti hanno fatto in precedenza.

Dr. Bremner, dal Università di Exeter, ha affermato: “Le prove esistenti hanno dimostrato che la pedagogia centrata sul discente può avere un impatto positivo, ma non abbastanza da giustificare una così massiccia enfasi politica in tutto il mondo. Gran parte delle prove sono troppo scarne e semplicistiche per raccomandare alle scuole di abbandonarlo o accettarlo. Sulla base delle prove attuali, c'è una vera lacuna nei dati concreti per dimostrare o smentire il valore di LCP, soprattutto data la sua continua importanza nei discorsi politici mondiali.


"Molte politiche sono state introdotte con buone intenzioni, ma potrebbero essere implementate in un modo più ponderato che consenta agli insegnanti di prendere decisioni sensate sull'utilizzo di metodi e approcci diversi in momenti diversi".

Nell'articolo, pubblicato sul International Journal of Educational Development, i ricercatori hanno condotto una revisione di 62 articoli di riviste dal 2001 al 2020 riportando i risultati dell'implementazione dell'LCP nei paesi a reddito medio-basso di tutto il mondo.

Un totale di 28 testi ha citato esempi di esperienze positive di LCP da parte degli insegnanti e sette negativi. Tuttavia, solo 9 dei 62 studi contenevano prove oggettive di migliori risultati di apprendimento accademico.

Un totale di 26 testi su 62 ha citato esempi di punti di vista di insegnanti o studenti riguardo al miglioramento dell'apprendimento degli studenti, mentre 9 testi hanno citato esempi di miglioramenti minimi o nulli nell'apprendimento degli studenti.


Il Dott. Bremner ha affermato: “Studi sperimentali su larga scala possono essere impegnativi da un punto di vista metodologico e probabilmente implicano un grande investimento di tempo e risorse. Tuttavia, sulla base delle prove attuali, esiste una vera lacuna nei dati concreti per dimostrare o smentire il valore di LCP, soprattutto data la sua continua importanza nei discorsi politici mondiali.

"La ricerca più soggettiva, ad esempio, gli studi che presentano le prospettive di insegnanti e studenti, era più prevalente della ricerca oggettiva e sembrava propendere per esperienze positive di LCP per risultati non accademici come la motivazione e la fiducia degli studenti, nonché relazioni migliorate . Tali risultati potrebbero non essere sempre la priorità per i responsabili delle politiche educative, ma molti sostengono che sono estremamente importanti.

Riferimento: "I risultati della pedagogia centrata sullo studente: una revisione sistematica" di Nicholas Bremner, Nozomi Sakata e Leanne Cameron, 25 luglio 2022, International Journal of Educational Development.
DOI: 10.1016/j.ijedudev.2022.102649


- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti