0.5 C
Bruxelles
Domenica, gennaio 29, 2023

Il Direttore degli Affari Religiosi del Governo Catalano presenta una mostra sulla diversità religiosa presso la Chiesa di Scientology a Barcellona

Una mostra rinnovata e ampliata da Scientology e prodotta dall'Associazione UNESCO per il Dialogo Interreligioso in Catalogna (AUDIR)

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

BARCELLONA, SPAGNA, 3 marzo 2022 /EINPresswire.com/ - Scientology presenta una mostra sulla diversità religiosa a Barcellona.

Si tratta di una mostra rinnovata e ampliata da Scientology e dalla Fundación Mejora, prodotta dall'Associazione UNESCO per il Dialogo Interreligioso (AUDIR).

In un prevedibile incontro faccia a faccia, il portavoce della Chiesa di Scientology in Catalogna, Mercedes Gomez, ha presentato la mostra “Sights in Dialogue [Mirades en Dialeg]” in uno dei due luoghi di culto che Scientology ha in città di Barcellona.

A febbraio le istituzioni di tutto il mondo celebrano ogni anno la settimana dell'Armonia Religiosa, ed è proprio in questa cornice che è stata organizzata questa mostra. Gómez ha menzionato la partecipazione di Scientology al rinnovamento della mostra e alla creazione di nuovi pannelli di diverse religioni, inclusa Scientology. Questa mostra darà una maggiore conoscenza della diversità religiosa nel nostro paese. Ha fatto riferimento alle parole dell'onorevole Hubbard secondo cui la tolleranza è una buona pietra angolare su cui costruire relazioni umane.

La mostra, la cui versione precedente è già stata presentata ad Andorra, Perpignan, Sabadell e Badalona, ​​e in contesti così diversi come ospedali, scuole, carceri e parrocchie, mira a sensibilizzare sulla diversità religiosa in Catalogna, una diversità molto simile a quella di tutta la Spagna e Europa, offrendo la conoscenza di base di ogni tradizione e modo di pensare e sentire la fede. Per questo ha raccolto testimonianze di membri delle comunità, resoconti delle loro traiettorie e approcci, unici e condivisi, delle loro prospettive su questioni legate alla fede, come il senso della vita, della giustizia o della morte.

Lo scopo del contenuto è insindacabile: promuovere empatia e rispetto; invitare alla riflessione sulle proprie convinzioni e su quelle degli altri; e per introdurre tutti alla pratica del dialogo interreligioso, mentre è una realtà ancora poco conosciuta. AUDIR afferma sul proprio sito web che “per tutto questo la conoscenza reciproca è della massima importanza, in quanto è l'unico modo per instaurare un vero dialogo e con essa una migliore convivenza”.

Tra i partecipanti alla rinnovata mostra c'erano rappresentanti e professionisti di diverse fedi, nonché autorità della pubblica amministrazione.

Si è svolto nei locali di Scientology

Dopo una breve introduzione alla storia della mostra e alla storia di Scientology presentata da Mercedes Gomez, ha lasciato il posto al primo oratore Ivan Arjona-Pelado, Presidente dell'Ufficio Europeo della Chiesa di Scientology per gli Affari Pubblici e i Diritti Umani, che ha evidenziato la sofferenza che sta colpendo tutte quelle persone nel mezzo del conflitto Ucraina-Russia e ha dedicato una preghiera di L. Ron Hubbard chiamato "La preghiera per la libertà totale“, tradotto per la prima volta in catalano per questo evento.

Il prossimo oratore, Sergio Arevalo, condirettore di AUDIR, ha affermato che “le religioni, la diversità di credenze, sono una ricchezza affinché tutti possiamo crescere insieme. Questa mostra ne è un esempio e accoglie convinzioni, credenze e religioni diverse”. Come parte della sua presentazione, Arevalo ha anche ringraziato Scientology per aver rinnovato e recuperato questa mostra.

Nelle veci di Consiglio comunale di Barcellona, ​​signor Khalid Ghali, Commissario per il Dialogo Interculturale e il Pluralismo Religioso, ha affermato che “Barcellona è una città plurale. Ci impegniamo per la parità di diritti, l'uguaglianza e la non discriminazione e per conoscere e riscoprire le comunità religiose attraverso il dialogo".

Per concludere l'evento, la sig.ra Gomez ha lasciato il posto alla sig Yvonne Griley, Direttore Generale degli Affari Religiosi del governo catalano, che ha ringraziato “Scientologyl'invito a questa rinnovata mostra”. Ha anche detto ai partecipanti di essere stata “molto commossa dalla preghiera in catalano e dal fatto che questo testo sia stato scelto come il primo scritto religioso di Scientology tradotto in catalano“. Griley era anche grato che gli Scientologist si fossero uniti all'impegno per la diversità culturale attraverso le lingue.

E in questa presentazione in cui la parola PACE assunto un certo rilievo, si congratula anche con il Direttore Generale AUDIR per l'iniziativa di questa mostra: Mirades en Dialeg – che invita a “guardare e dialogare, approfondendo la diversità delle convinzioni, poiché questa conoscenza è alla base della nostra coesione e pace sociale".

- Annuncio pubblicitario -

COMMENTO 1

I commenti sono chiusi.

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti

%d blogger come questo: